27 January 2022 Versione CEI 2008

Va’ e riconciliati con tuo fratello – Mt 5, 20-26

Quante volte ci siamo arrabbiati con qualcuno? Tante. E abbiamo fatto pace? Certe volte si…..certe volte no…. in questo vangelo Gesù ci insegna che prima di accostarci a Lui, prima di ricevere la sua pace, il suo corpo e il suo sangue….bisogna riconciliarsi con i male fatti…. è difficile fare questo passo ma è necessario per sentirsi LIBERI di credere e di amare Lui.

E’ difficile riconciliarsi con il presente….ma questo vale anche con il passato…. bisogno fare pace con i fratelli ma bisogno soprattutto far pace con noi stessi…. perchè i primi a esser perdonati dei nostri peccati siamo noi… solo così possiamo liberarci da questo tormento che abbiamo nel cuore e poter dire “Abbà, Padre” Nell’eucaristia offriamo il nostro cuore, e se il nostro cuore deve essere in pace non solo con il rancore ma deve essere in pace anche con la mancanza dell’aiuto al fratello.

Il nostro cuore deve essere libero da ogni schiavitù sia interiore ma anche esteriore per poter amare più liberamente Cristo e la sua Chiesa (cioè amare i fratelli di viaggio). Quante volte, o Signore, vengo lì davanti a te senza aver perdonato nessuno, con un cuore carico di problemi…carico di preoccupazioni…. appesantito…. e quante volte tu ci insegni, e anche oggi ci rendi presente che tu giri lo sguardo da chi è separato dal fratello…aiutami Signore a parlare al suo cuore per poter donargli la stima, la riconciliazione e la pace ancora prima di dover andare incontri a lui e a Te.

Fonte

Brano del Vangelo

Mt 5, 20-26

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli.
Avete inteso che fu detto agli antichi: “Non ucciderai”; chi avrà ucciso dovrà essere sottoposto al giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello dovrà essere sottoposto al giudizio. Chi poi dice al fratello: “Stupido”, dovrà essere sottoposto al sinedrio; e chi gli dice: “Pazzo”, sarà destinato al fuoco della Geènna.
Se dunque tu presenti la tua offerta all’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare, va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono.
Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei in cammino con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia, e tu venga gettato in prigione. In verità io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo!».

Related Posts

Il mistero del corpo e del sangue

Concluse le antiche feste della Pasqua che si celebravano per ricordare l’antica liberazione dalla schiavitù d’Egitto del popolo di Dio,...

Il deserto

Il deserto fu il luogo originario del popolo di Dio, il luogo in cui Gesù fu condotto dallo Spirito quando...

Letture patristiche della Domenica «dell’Ascensione del Signore» VII Dom. di Pasqua A

Mt 28,16-20; At 1,1-11; Sal 46; Ef 1,17-23 DISCORSO 264 ASCENSIONE DEL SIGNORE di sant’Agostino, vescovo (PL 38, 1212-1218) Introduzione....

La fede ha un senso?

Spesso nella quotidianità sperimentiamo di non poter fare affidamento sugli altri. Uno ci ha giurato eterna fiducia, e tuttavia ci...

Nel mondo, ma non del mondo

Isaia La signoria di Dio è al cuore della prima lettura come del vangelo. Isaia presenta un’audace pagina di teologia...

Jean Corbon – Lo sguardo silenzioso e amante dell’adorazione

LO SGUARDO SILENZIOSO E AMANTE DELL’ADORAZIONE Luca 1, 26-38 Visto che celebriamo oggi la festa della radice 1, della terra,...

San Giovanni Paolo II – L’azione dello Spirito Santo

La via della Chiesa passa attraverso il cuore dell’uomo, perché è qui il luogo recondito dell’incontro salvifico con lo Spirito...

Le Beatitudini – La Santità nel quotidiano anche alla luce della “Gaudete et exsultate”

CARLO MIGLIETTA LE BEATITUDINI La Santità nel quotidiano anche alla luce della “Gaudete et exsultate” LUCA 6,17-26 [17]Disceso con loro,...

Lectio su Mc 1, 1-8

Tra le tante interpretazioni di questo inizio c’è anche quella di “inizio oggi per noi”, cioè della possibilità di tornare...

Ernesto Olivero – Abbandonarsi a Dio

Qualche anno fa, un uomo di Dio che allora mi guidava mi mandò un messaggio che mi spaventava un po’:...

Il mistero dell’ascensione al cielo di Gesù

Il mistero dell’ascensione al cielo di Gesù, che il “credo” professa tra l’annuncio della resurrezione e la sua intronizzazione alla...

Introduzione generale al Vangelo di Luca

Il Vangelo di Luca, “il più bello che ci sia” (così affermava con enfasi E. Renan), è stato sempre circondato...

Jean Corbon – Ascensione: aurora che rischiara

Ascensione: aurora che rischiara Come conosciamo il Signore? Chi è veramente per noi Gesù? Egli ci sembra sempre lontano, assente....

Lectio su “Lettera a Filèmone” 13-25

13Avrei voluto tenerlo con me perché mi assistesse al posto tuo, ora che sono in catene per il Vangelo. 14Ma...

don Tonino Bello – Quelli che fanno suonare le campane

Qualche mese fa, concludendo la visita pastorale in una parrocchia della mia diocesi, l’ultimo giorno andai in una scuola materna....

Comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.