5 October 2022 Versione CEI 2008

La felicità reclamizzata

Avendo ricevuto così tante delusioni dall’esterno, non riusciamo ad aspettarci che possa arrivare dall’interno di noi ciò di cui siamo alla ricerca. Forse aveva ragione Dag Hammarskjôld quando disse che siamo esperti nell’esplorare lo spazio intorno a noi, ma estremamente in difficoltà nell’esplorare lo spazio interiore.

Siamo certi di trovare la felicità se compriamo o utilizziamo determinati prodotti: appariremo più belli, interessanti, smaglianti e profumati, spensierati e senza inibizioni guideremo lungo le autostrade della vita. Queste sollecitazioni provenienti dalla pubblicità dei media, vorrebbero farci credere che la felicità è semplicemente la moltiplicazione dei piaceri. Così ci siamo indebitati, consumando tutti i prodotti che «rendono felici», e tuttavia continuiamo a «condurre una vita di silenziosa disperazione».

Non siamo stati capaci di approfittare delle promesse promozionali di felicità. Una giovane donna vendeva profumi. Dietro di lei, su una grande insegna, stava scritto: «Ecco il profumo che attira gli uomini. Garantito!». Una vecchia zitella, piccola di statura, si avvicinò al banco e chiese sottovoce alla commessa: «È vero che con questo profumo si trova marito?».

La commessa rispose: «Se fosse vero, pensa che starei qui otto ore al giorno a vendere questo profumo Significa semplicemente che per quanto riguarda la felicità i nostri occhi son più grandi del nostro apparato digerente? È solo un caso di aspettativa irrealizzabile? Personalmente non credo che sia così semplice. Sono convinto che cerchiamo la felicità nei posti sbagliati ed abbiamo riposto le nostre speranze su persone o cose che, semplicemente, non possono soddisfarci.

Per quanto mi riguarda, sullo specchio sopra il lavandino ho scritto questa frase: «Ecco il viso della persona da cui dipende la tua felicità». Ogni giorno che passa sono più convinto della verità di questo slogan.

J. POWELL, Esercizi di felicità, Cantalupa, Effatà, 1995

Photo by Marc Najera on Unsplash

Related Posts

Porremo la nostra dimora presso di lui

Io e il Padre, dice il Figlio, verremo a lui, cioè all’uomo santo, e porremo la nostra dimora presso di...

Una pasqua annunciata

«Alza gli occhi intorno e guarda; tutti costoro si sono radunati, vengono a te. I tuoi figli vengono da lontano»...

K. GIBRAN – Io pure sarò vigna

Vorrei che poteste vivere della fragranza della terra, e che la luce vi nutrisse in libertà come una pianta. Quando...

Letture patristiche della Domenica «dell’Ascensione del Signore» VII Dom. di Pasqua A

Mt 28,16-20; At 1,1-11; Sal 46; Ef 1,17-23 Sommario1 DISCORSO 2641.0.1 Introduzione.1.0.2 Perché Cristo rimase con i discepoli dopo la...

Gesù: Liberi di accoglierlo o di rifiutarlo

Ecco che all’improvviso siamo posti con le spalle al muro, nella crocifissione della scelta più radicale della nostra vita: accogliere...

Il Pastore conosce le sue pecore – D. Bonohoeffer

La seconda cosa che Gesù, il buon pastore, dice di sé, è che conosce i suoi. Sembra una cosa da...

Il deserto

Il deserto fu il luogo originario del popolo di Dio, il luogo in cui Gesù fu condotto dallo Spirito quando...

La possibilità della fede

“Aumenta la nostra fede!” A questa richiesta degli Apostoli – voce di tutti coloro che sono alla ricerca di Dio...

2 Maccabei 6,18-31

Quello che della Parola donata oggi dal Signore alla nostra preghiera e per la nostra salvezza mi pare il “cuore”...

Thomas Merton – Diventare se stessi

Per diventare me stesso devo cessare di essere ciò che ho sempre pensato di voler essere, per trovare me stesso...

Lectio su “Lettera a Filèmone” 13-25

13Avrei voluto tenerlo con me perché mi assistesse al posto tuo, ora che sono in catene per il Vangelo. 14Ma...

Epifania del Signore

Il mistero del Natale ha concentrato lo sguardo del cuore su una piccola borgata di Giudea, su una capanna di...

Maurizio Mottolese – La Parola-Scrittura nel pensiero e nell’esperienza del giudaismo rabbinico

Qui il file PDF per una lettura (o stampa) migliore. Non si possono nutrire dubbi sulla centralità della Scrittura all’interno...

L’Apocalisse – Il trionfo dell’amore e della misericordia di Dio – Carlo Miglietta

“Si tratta di uno dei libri più letti e più commentati del N. T., soprattutto nei periodi di crisi, perché...

2 Maccabei 4, 18-38

E’ fonte di tristezza quando in una Parola come questa che oggi riceviamo dalla bontà del Signore, bisogna prendere atto...

Comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.